Vai al contenuto

Territorio

Il Comune di Acquaviva delle Fonti è situato nell'entroterra pugliese della Provincia di Bari lungo l’altopiano che degrada da SO a NE verso la costa adriatica e quella ionica.
Situata in una conca ai piedi della Murgia barese, Acquaviva delle Fonti dista circa 26 km dalla Città Metropolitana di Bari e confina, partendo da nord e procedendo in senso orario, con i comuni di Sannicandro di Bari, Adelfia, Casamassima, Sammichele di Bari, Gioia del Colle, Santeramo in Colle, Cassano delle Murge.

Carta di inquadramento territoriale
Carta di inquadramento territoriale

L’estensione territoriale del comune è di circa 131 chilometri quadrati, e l’altitudine di circa 300 metri s.l.m., con le quote più alte nelle contrade di Collone e Monticelli (430 mt. sul livello del mare).
Il sistema insediativo si concentra principalmente nel nucleo urbano di Acquaviva delle Fonti, sito in posizione baricentrica rispetto al territorio comunale, cui è collegata ad Est una vasta zona destinata agli insediamenti produttivi, mentre diffuse sul restante territorio, si possono identificare diverse contrade ed i piccoli nuclei abitativi delle masserie.
La porzione occidentale del territorio di Acquaviva è inserita nell'area SIC "Bosco di Mesola" (contrade Collone, Cortomartino, Primocielo, fra i comuni di Acquaviva delle Fonti, Santeramo in Colle e Cassano delle Murge) IT 9120003 e nella rete Important Bird Areas IBA 135 “Murge”.
La propaggine Sud di Acquaviva, che appare come una vera e propria enclave compresa fra i territorio di Gioia del Colle e Santeramo e separata dal resto del territorio dalla Lama di spine, si estende fino al bosco della Marazia ed è inserita nell’area SIC e ZPS “Murgia Alta” IT9120007 (Contrada Parco la Corte).

Il territorio di Acquaviva delle Fonti ospita inoltre diversi siti archeologici (Salentino, Curtomartino) che testimoniano la frequentazione antropica del sito già dall’età paleolitica.
Vedi anche:

Accessibility